BioScritta.png

Gli Omini sono una compagnia teatrale nata nel 2006, insieme alla crisi economica mondiale, per volontà di tre ragazzi di fare del teatro il proprio mestiere. Uniti da una natura comica e malinconica, dalla curiosità per la gente e dall’esigenza di formare il proprio pubblico, i tre toscani iniziano a girare l’Italia con un progetto sociale e antropologico dal nome Memoria del tempo presente. Si spostano, si fermano una settimana in un posto, ascoltano le persone che incontrano per strada, registrano, scrivono e vanno in scena davanti agli spettatori, che irrimediabilmente si riconoscono nelle bizzarre miserie ritratte, come di fronte a uno specchio rotto. Da allora Gli Omini hanno cambiato età e varie formazioni, ma portano avanti il metodo, coltivando un vasto repertorio di spettacoli e un archivio di materiale umano in costante crescita.

Nel 2014 il gruppo riceve il Premio Enriquez come "compagnia d’innovazione per la ricerca e l'impegno civile" e nel 2015 il Premio Rete Critica come "miglior compagnia dell’anno", con gli spettacoli La famiglia Campione e Ci scusiamo per il disagio.

Da sempre Gli Omini tentano di spostare il teatro. Lo portano nelle stazioni e nei boschi, lo trasformano in sala da ballo coinvolgendo una folle orchestra di punk da balera (gli ExtraLiscio accompagnano Gli Omini nel varietà Gran Glassè), lo spingono in periferia insieme a un gruppo di graffitari per farne nascere un murales (Elektro Domestik Force) e succede poi che lo travestano da bisca per giocare con i Santi.

Nel 2018, poco prima della pandemia mondiale, Gli Omini hanno deciso di aprire le porte di casa ed hanno inaugurato il loro buco spazio culturale alla periferia di Pistoia, La Segheria.

Tutto per sentirsi meno soli.

 

Siamo tutti soli, siamo tutti diversi, siamo tutti Omini

 

BIO PER SPETTACOLI

2007 - CRisiKo! - finalista del premio Scenario 2007 - assume una forma fissa dopo un anno di indagini su piccoli comuni d'Italia

di e con Riccardo Goretti, Francesco Rotelli e Luca Zacchini

 

2008 - Gabbato Lo Santo - vincitore del Premio del Pubblico al concorso Giovani Realtà dell'Accademia Nico Pepe

di e con Riccardo Goretti, Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi e Luca Zacchini

finanziato da Fondazione Toscana Spettacolo

2009 - Gabbato Lo Sound - versione rock & roll di Gabbato lo Santo - feat. Il Maniscalco Maldestro

di e con Riccardo Goretti, Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi e Luca Zacchini + Il Maniscalco Maldestro

coprodotto da Volterra Teatro

 

2009 - 7Novembre2008-un disarmante spettacolo pacchiano

di e con Riccardo Goretti, Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi e Luca Zacchini

coprodotto dal Kilowatt Festival in collaborazione con Armunia e l'Arboreto di Mondaino

 
2009 -  TAPPA - terzo spettacolo del progetto Memoria del Tempo Presente

Gli Omini lasciano i canovacci e per ogni posto scrivono e portano in scena uno spettacolo che debutta e muore

il progetto, dopo 22 Tappe tra il Trentino e la Basilicata, continua a girare con le INDAGINI LAMPO


2010 / 2011 - Gli Omini lavorano alla stesura del libro "Il pesce spada non esiste-interviste, racconti, frasi fatte, fiori fritti, in memoria del tempo presente", edito da Titivillus, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo.

L'intera compagnia partecipa a "Sogno d'una notte d'estate" di Massimiliano Civica, prodotto dal Teatro Stabile dell'Umbria e da Roma Europa Festival. 


2011 - L'Asta del Santo e L'uovo e il pelo - teatro e illustrazioni

disegni Luca Zacchini, testi Giulia Zacchini, con Francesco Rotelli e Luca Zacchini


2012 - parte il giro di Capolino, nuovo progetto d'indagine, rivolto al coinvolgimento di giovani, coprodotto dalla Cooperativa Sociale Coop21 e dalla Regione Toscana. Capolino ha girato per un anno e mezzo mettendo in scena più di ottanta ragazzi dai 15 ai 30 anni, con una drammaturgia in continuo cambiamento.
 

2014 - La famiglia Campione - da Capolino nasce uno spaccato su una famiglia allargata di periferia
di e con Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Luca Zacchini, Giulia Zacchini


Gli Omini iniziano a lavorare al Progetto T, progetto triennale prodotto dall'Associazione Teatrale Pistoiese, che punta al rilancio della Ferrovia Porrettana attraverso eventi e spettacoli, ne nasce una trilogia sui treni:

 

2015 - Ci scusiamo per il disagioindagine sulla Stazione di Pistoia - debutto al Deposito dei Rotabili Storici di Pistoia

di e con Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Luca Zacchini, cura dei testi Giulia Zacchini

 
2016 - La corsa speciale - indagine sul treno Pistoia-Porretta - evento unico con corsa del treno notturna per portare gli spettatori alla Fermata del Castagno, tra gallerie e bosco

di e con Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Luca Zacchini, cura dei testi Giulia Zacchini

 

2017 - Il Controllore corsa da Porretta a Bologna - VIE Festival

di e con Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Luca Zacchini, cura dei testi Giulia Zacchini

prodotto da ERT-Emilia Romagna Teatro  e Associazione Teatrale Pistoiese

 

2016 - Più carati - una maledetta storia vera
di e con Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Luca Zacchini, drammaturgia Giulia Zacchini  

2017 - Gran Glassé, una serata di parole sudate e punk da balera Gli Omini + eXtraLiscio

un varietà che unisce le parole raccolte in dieci anni di ricerche da Gli Omini alla musica degli eXtraLiscio


2018 - Indagine sui muri - Gli Omini + EDF crew

parte il progetto di indagini e murales

2019 - Circolo Popolare Artico - trilogia groenlandese ispirata ai racconti di Jørn Riel 

            Ep. 1 - Prove di resistenza - Gli Omini + Eleonora Spezi

            Ep. 2 - La bufera - Gli Omini + Tony Clifton Circus

            Ep. 3 - La vergine fredda - Gli Omini + Paola Tintinelli

2020 - Coppa del santo - in piena pandemia Gli Omini tornano sui Santi e creano un supercampionato sacro

disegni Luca Zacchini, testi Giulia Zacchini, con Francesco Rotelli e Luca Zacchini

Dal 2014 al 2020 la residenza artistica de Gli Omini è stata l'Associazione Teatrale Pistoiese

Dal 2021 la residenza artistica de Gli Omini è Fondazione Teatro Metastasio di Prato

Biografia.png